music friday · Playlist

La mia rotazione su Spotify è la storia della mia vita

Trascorro in compagnia di Spotify il quantitativo di tempo che dovrei investire nelle mie relazioni interpersonali.
Eppure, la scoperta dell’esistenza di una playlist personalizzata che monitora e scandisce i pezzi che ascolti maggiormente, mi ha condotto in una costante oscillazione fra il dove vivi e il dove pensi di vivere.

La playlist in questione viene denominata A Rotazione – appunto – e non è altro che il fedele riassunto di tutti quei brani che, l’account Spotify in questione, riproduce come i canti antoniani in tempo di celebrazione: per consultarne le carte del destino, non dovete fare altro che digitare A Rotazione nella vostra fedele barra di ricerca su Spotify.

Analizzando i parametri di ascolto forniti dalla Fonte Della Verità Assoluta, è emersa l’anamnesi della mia esistenza, perlomeno nel corso di questa ultima mensilità: inaspettata, shabby chic, costantemente emo, un poco felice ed un poco triste.
Direi che non ci resta altro che fare coming out della TOP FIVE dei pezzi che hanno accompagnato i miei mental breakdown del mese e i miei dialoghi imperversi con il volante dell’auto.
Benvenuti: potremmo scivolare all’interno di deliri e storie cliniche e analisi comportamentali.

PEOPLE – THE 1975

Sentitevi liberi di inserire mentalmente il meme del DISAPPOINTED BUT NOT SURPRISED!
People è il pezzo che, secondo la rotazione di Spotify, ha dominato i miei ascolti dell’ultimo mese.
Prevedibile, a tratti necessario: è il trionfo del passive-aggressive, dei viaggi in auto alle cinque del mattino, di quelli che ti pensano come una risorsa da Backstreet Boys e ti riscoprono cosplay degli Slayer.

NO LIGHT, NO LIGHT – FLORENCE + THE MACHINE

Shabby chic, arredamento total white, vasi di cristallo e brandelli di petalo di rosa sul comodino: i vibe settembrini che questa canzone mi lascia sulle spalle.
No Light, No Light è stata la colonna sonora tumbrl di un sacco di viaggi in treno dove il cielo era sempre più… lilla.

COME AS YOU ARE – NIRVANA

E’ ormai un periodo in cui mi sento più Anni Novanta di qualsiasi pilastro e personaggio che compare nella ricerca Google Pilastri E Personaggi Anni 90.
Il risultato non può che essere un sacco di Nirvana, un sacco di grunge, un sacco di ricerche google come la sopracitata.

CHLORINE – TWENTY ONE PILOTS

Vi sfido – seriamente – ad ascoltare questa canzone e a non trascorrere tutta la giornata a tamburellare le dita su una qualsiasi superficie piatta che possa ricondurre, anche minimamente, al vibe di questo pezzo.

KARMA POLICE – RADIOHEAD

Questa canzone è presente in tutte le playlist create da me dal 1958 ad oggi.
Che si tratti di una giornata di merda, di un mental breakdown, di un’analisi degli errori compiuti negli ultimi ventuno anni, Karma Police è al mio fianco.

Questa era la mia TOP5 del mese secondo la rotazione del mio account Spotify.
Siccome mi piace l’idea di vedere questa pseudo challenge diffusa, invito i miei #amichetti di WordPress ad attuarla, condividerla, esporla il più possibile.
Se non avete Spotify non è un problema: sarei ben felice di vedere diffuse le cinque canzoni mantra del mese appena trascorso a seguito di un’analisi del tutto personale.
Inizio taggando @GramonHill @IlLettoreCurioso e @SerialEscape !

Sarei felice di leggere la vostra piccola classifica nei commenti e perchè no, sul vostro blog: non avete bisogno di un tag per diffondere il trash!

Annunci

7 risposte a "La mia rotazione su Spotify è la storia della mia vita"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...