Playlist · Viaggi

week music edition: check-in musicale a parigi

TI MANCA UN TASSELLO: CIO’ CHE ACCADE A PARIGI RIMANE SUL BLOG

L’appuntamento settimanale della music edition, ultima i dettagli del suo bagaglio a mano – ultra pagato – e si prepara per partire alla volta di Parigi.
Il viaggio musicale di questo frangente alla fine di marzo, sarà prettamente alla ricerca di un check-in mentale che attueremo insieme, grazie alle canzoni parisienne per antonomasia o a quelle che, in maniera volontaria o meno, hanno accompagnato i miei lievi passi per la capitale francese.

Avevo già effettuato un esperimento simile per l’esperienza di Londra (potete trovare tutto QUI) ma è necessario effettuare una premessa che andrà inevitabilmente a scindere le mie percezioni musicali nelle due città di riferimento.
Nel corso del mio viaggio, non ho ritrovato in Parigi le caratteristiche di una città particolarmente musicale.
Conosciamo tutti le influenze che aleggiano nella capitale, dal jazz per antonomasia alle contaminazioni rap più recenti: semplicemente, non ho avuto modo di riscontrarle.
Non importa se mi ritrovassi all’interno di un ristorante, nei pressi di una piazza o alle prese con gli acquisti di rito in un negozio: non c’erano canzoni, riferimenti nè tantomeno melodie a decorare l’atmosfera.
Il tutto ad un punto tale per cui, nel momento in cui ho avvistato un manifesto di Cardi B all’interno della metro, mi sono ricordata di vivere in un angolo di Terra che non è sfuggito ai suoi featuring (Pitbull levate!)

Ecco dunque le canzoni che, un po’ per sforzo ed esigenza, mi hanno accompagnato nel corso dei giorni della mia esistenza parigina.
Salite a bordo, impostate Spotify offline e pregate che il vento che sentite sbattere sui finestrini dell’aereo, non si riveli motivo di partecipazione per i vostri parenti nel salotto di Barbarella Nazionale: stiamo per partire!

La Vie En Rose – Lady Gaga (version)

La scelta di questa canzone cade nei clichè più di un racconto ambientato a Parigi che parla di baguette e baschi rossi sulle teste di donzelle tagliate a caschetto.
Però vi piazzo la versione di Lady Gaga mentre, il sole, sembra inghiottire l’aereo ed il sonno inghiotte un pochino anche voi.
Siete alla volta di una città che avete visto solo nei film d’autore ma avete le capacità lessicali di un arrivo a Orio Al Serio alle quattro del mattino.


Karma Police – Radiohead


All’uscita di una metro di cui non sapete pronunciare correttamente il nome, imperversa la Tour Eiffel, in una maestosità tale da modificare persino la vostra camminata in un cosplay improvvisato di una dama ottocentesca un po’ cheesy.
Vi sentite circondati dalla bellezza in una delle sue concezioni più materiali, mentre un cielo grigio vige sui vostri passi.


Amara Terra Mia – Ermal Meta (version)

Il Cimitero del Père-Lachaise è di fronte a voi nella celebrazione più gotica ed impattante della vita e della morte, in un connubbio che si distanzia così tanto a livello cronologico ed eppure, è in grado di condizionare l’esistenza e la fine.
Quelle vite hanno dato, tolto, dato e tolto ancora, e sono tutte lì di fronte ai vostri occhi.
Non sapete se quello che provate dentro di voi sia inquietudine o fascino, oppure una danza di entrambi.
Certamente non dimenticherete questo luogo.


Ci vogliamo bene – Mameli

Un tripudio di indie vibes (siete liberi di leggere INDIE in maniera letterale) per celebrare le persone con cui prendiamo aerei, metro, rischiamo documenti, soldi e incolumità fisica.
Possiamo visitare terre splendide, culture che ci porteremo dentro per sempre e potremo farlo in compagnia di persone che aggiungeranno il brivido fondamentale al nostro bagaglio.
A me è successo.


Questo era il mio ritorno mentale – nonchè musicale – nella città di Parigi!
E voi? Ci siete mai stati?
Avete riscontrato delle testimonianze musicali diverse, rispetto alle mie?
Sarei felice di leggervi nei commenti!





Annunci

16 risposte a "week music edition: check-in musicale a parigi"

  1. Se vuoi delle canzoni (francesi e non) su Parigi, puoi clicare su questo link:

    https://www.lesinrocks.com/2015/11/23/musique/paris-debout-les-50-plus-belles-chansons-sur-la-capitale-11781536/

    E’ dal sito della rivista “Les Inrocks” (famosa rivista francese, tipo “Rolling Stone”). I nomi scritti in grassetto sono quelli degli artisti mentre quelli in corsivo sono i titoli delle canzoni, così le si possono cercare facilmente su You Tubo o altri siti.

    Piace a 3 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...